See below for the English version of this message.

Ricreare spazi più adeguati e conformi ai bisogni dell’umanità e dell’ambiente, non sembra più essere una scelta ma una necessità.

L’imponente disponibilità di spazi derivanti dai cambiamenti dei processi produttivi sempre più delocalizzati, ha generato un abbandono di edifici non indifferente, creando degrado e compromettendo le funzionalità urbane. In un contesto di riqualificazione urbana e di partecipazione politica, nasce il PNRR con lo scopo di ridisegnare in maniera sostenibile i punti critici delle città in un contesto di resilienza e innovazione

Il fatto che siano state stanziate somme ben 18 volte superiori alle precedenti punta i riflettori su problematiche palpabili ma sottovalutate, invitando sempre più investitori pubblici e privati ad interessarsi a tali opportunità. 

Il Piano Nazionale per la ripresa e la resilienza (PNRR) stanzia un finanziamento di 9,2 miliardi di euro per la rigenerazione urbana, che coinvolge una valorizzazione in chiave green del nostro patrimonio edilizio e interventi di riduzione di fenomeni di emarginazione e degrado sociale. Nello specifico:

  • € 3,3 miliardi per i Comuni con più di 15 mila abitanti destinati a investimenti nella rigenerazione urbana e nel miglioramento della qualità del decoro urbano e del contesto sociale e ambientale
  • € 2,92 miliardi per i Piani urbani integrati nelle periferie delle città metropolitane, con l’obiettivo di trasformare le aree vulnerabili in città smart e sostenibili
  • € 2,8 miliardi per realizzare nuove strutture di edilizia residenziale pubblica, per ridurre le difficoltà abitative attraverso la riqualificazione e aumento dell’housing sociale e con l’utilizzo di modelli e strumenti innovativi per la gestione, l’inclusione e il benessere urbano

La rigenerazione urbana è un processo divenuto sempre più imprescindibile, al fine di correggere gli errori del passato e affrontare nel giusto modo le alterazioni che l’ambito urbano subisce naturalmente con la società. 

Per trasformare in risultati la strategia complessiva contenuta nelle azioni di rigenerazione urbana previste dal PNRR sono necessari strumenti operativi altamente efficaci. In questo senso Agritettura opera nella valorizzazione delle aree urbane attraverso progetti di inserimento dell’elemento green in grado di creare una riconnessione tra natura e città.

Essere pronti a reinventare i luoghi in disuso, mostrando particolare attenzione per l’ambiente e per l’Uomo sono i contesti cardine della mission di Agritettura. Creare spazi sostenibili intorno all’Uomo e ai suoi bisogni è il concetto che meglio racchiude la risoluzione del problema: non sempre è necessario o funzionale creare ex novo, ma in un contesto di sostenibilità è possibile dare un volto nuovo a quelle che sono le nostre città attuali.

Scopri come realizzare le tue idee e salvare la tua città, per ogni informazione scrivici a: info@agritettura.it

______________________________________________________________________________________________________________________________

Recreating spaces that are more adequate and compliant with the needs of humanity and the environment no longer seems to be a choice but a necessity.

The massive availability of spaces deriving from the changes in the increasingly delocalized production processes, has generated a considerable abandonment of buildings, creating decay and compromising urban functionality. In a context of urban redevelopment and political participation, the PNRR was born with the aim of redesigning the critical points of cities in a context of resilience and innovation in a sustainable way.

The fact that sums have been allocated 18 times higher than the previous ones puts the spotlight on palpable but underestimated problems, inviting more and more public and private investors to take an interest in these opportunities.

The National Plan for Recovery and Resilience (PNRR) allocates a loan of € 9.2 billion for urban regeneration, which involves a green enhancement of our building heritage and interventions to reduce the phenomena of marginalization and social degradation. In particular:

  • € 3.3 billion for municipalities with more than 15,000 inhabitants destined for investments in urban regeneration and in improving the quality of urban decor and the social and environmental context
  • € 2.92 billion for integrated urban plans in the suburbs of metropolitan cities, with the aim of transforming vulnerable areas into smart and sustainable cities
  • € 2.8 billion to create new public housing structures, to reduce housing difficulties through the redevelopment and increase of social housing and with the use of innovative models and tools for urban management, inclusion and well-being

Urban regeneration is a process that has become more and more essential, in order to correct the errors of the past and to deal in the right way with the alterations that the urban environment naturally undergoes with society.

Highly effective operational tools are required to transform the overall strategy contained in the urban regeneration actions envisaged by the PNRR into results. In this sense, Agritettura works in the enhancement of urban areas through projects for the inclusion of the green element capable of creating a reconnection between nature and the city.

Being ready to reinvent disused places, showing particular attention to the environment and to mankind are the key contexts of Agritettura’s mission. Creating sustainable spaces around humanity and its needs is the concept that best encompasses the resolution of the problem: it is not always necessary or functional to create from scratch, but in a context of sustainability it is possible to give a new face to our current cities.

Find out how to realize your ideas and save your city, for any information write to: info@agritettura.it